Feel the light

Posted in Marche, Prodotti, Stile on aprile 30th, 2015 by admin – Be the first to comment

La nuova collezione “Lederam” di Catellani&Smith si presenta con una completa varietà di lampade che si adattano perfettamente ad ogni tipologia di installazione.

Semplici e raffinati, i modelli da parete si basano sull’accostamento di più dischetti in alluminio che contengono le sorgenti LED di ultima generazione, che non necessitano di trasformatore e sono dimmerabili, orientabili grazie a uno snodo collocato su sottili aste in metallo.

Si possono trovare nelle varianti a uno, due o tre dischi, le applique cambiano personalità attraverso le diverse combinazioni cromatiche, passando dal nero al bianco, dall’oro al rame.

Componenti d’arredo dalla grande versatilità,per la creazione di atmosfere uniche e personali.


Esterni con una marcia in più

Posted in Esterni on aprile 22nd, 2015 by admin – Be the first to comment

“Fat-sofa ” e “Butterfly”,sono questi i nomi delle nuove creazioni di design ideate dalla designer Patricia Urquiola per B&B Italia Outdoor.

Butterfly sofa


Elementi d’arredamento ideati appositamente per impreziosire gli ambienti esterni,queste due collezioni hanno caratteristiche che trasmettono al primo sguardo un’idea di quiete e relax e che concretizzano quest’ultima nella loro estrema comodità e comfort.

Butterfly sofa


Butterfly prende il suo nome dalla forma a “farfalla” che disegna l’angolo esterno di unione tra bracciolo e schienale. E’ un sistema di sedute componibili che risponde in modo efficace ad esigenze di modularità e comfort, proponendo un utilizzo libero e informale.

Dettaglio Butterfly Sofa


I complementi Butterfly presentano una silhouette che riprende perfettamente l’andamento della struttura del divano, affiancandosi poi armoniosamente alla seduta nella parte alta.

Complementi Butterfly


La versione per esterni di “Fat-Sofa” ha delle peculiarità alquanto distintive nel suo genere:la seduta completamente imbottita è accompagnata ad uno schienale con struttura in metallo su cui si tesse l’originale intreccio, creando uno speciale gioco di pieni e vuoti.

Fat-Sofa Outdoor


L’intreccio, di effetto grafico e dimensioni macro, realizzato con fibre di polietilene ritorte di color tortora, conferisce unicità al progetto, nel rispetto dell’idea della designer di leggerezza, trasparenza e “dialogo” dell’elemento di arredo con l’ambiente circostante.

Fat Sofa Detail

Eleganza lineare

Posted in Senza categoria on aprile 15th, 2015 by admin – Be the first to comment

“Corium” by Giorgetti,cassettone con la struttura in massiccio di noce canaletto , multistrato di pioppo e impiallacciatura di noce canaletto.

E’ fornito di 3 cassetti grandi con meccanismo di apertura sincronizzata ad estrazione totale, con l’interno suddiviso in tre spazi, e di 2 cassettini sulla parte rialzata.
I frontali centrali dei cassetti grandi e il top sono rivestiti in cuoio.

La base è in metallo verniciato color bronzo con la colonna rivestita in cuoio.
Il pezzo ideale per impreziosire un ambiente pur mantenendo una linea minimalista.

Salone del Mobile 2015

Posted in Eventi on aprile 15th, 2015 by admin – Be the first to comment

Uno scatto dal Salone del Mobile 2014


Giunge alla sua 54esima edizione la più importante fiera e punto d’incontro per gli operatori del settore casa-arredamento,il Salone del Mobile.

Ma per comprendere appieno la sua persistenza decennale all’interno dell’ambiente milanese,è bene farsi un’idea di come abbia raggiunto questa notorietà attraversando in breve la sua storia.

Negli anni Sessanta in Italia,come in Germania,terminato il secondo conflitto mondiale,si manifestò un fenomeno di frenetica ricostruzione edilizia e una volta terminate queste abitazioni,vi fu una grande domanda di mobili con cui arredarle.
L’industria italiana e quella tedesca non si trovarono impreparate a questa forte domanda,ma ricercavano un modo efficace per entrare in contatto con i consumatori.
Allora la Germania, proprio nel 1960, a Colonia riaprì al mondo la Koelnmesse, storica esposizione che riguardava proprio il settore della casa e dell’arredamento, l’affluenza fu impressionante, raggiunse livelli fuori da ogni previsione.

Fu così che alcuni imprenditori italiani del settore,di ritorno da essa,decisero che anche in Italia vi era la possibilità,e la necessità,di creare un punto d’incontro per le imprese,perlopiù artigianali,che lavoravano nel settore dell’arredamento,il Salone del Mobile.
Nacque così nel 1960 il COSMIT(Comitato Organizzatore del Salone del Mobile Italiano),e nel 1961 venne inaugurata presso la Fiera di Milano,la prima edizione del Salone del Mobile.

Salone del Mobile 1961


L’affluenza fu notevole e la cosa sorprendente dell’evento fu il fatto che non venne fatta alcuna iniziativa promozionale specifica,ma se ne venne a conoscenza solo tramite il passaparola.

Primo manifesto del Salone del Mobile


Da quel momento il numero degli espositori e dei visitatori è andato moltiplicandosi,così come l’area occupata per l’evento.
Alla fine dell’edizione del 1994 si tenne una conferenza, proprio a Colonia dove vennero paragonati i dati delle manifestazioni, e il salone italiano venne dichiarato il primo al mondo.

Avendo ora un’idea dell’evoluzione di questa manifestazione,proprio in questi giorni(dal 14 al 19 Aprile), Fiera Milano Rho, apre le porte al palcoscenico dell’interior design.

Manifesto Salone del Mobile 2015


La scorsa edizione ha visto cifre da capogiro: 311.781 operatori del settore (di cui 205.464 esteri), oltre 39.000 presenze di pubblico nel weekend e 6.276 operatori della comunicazione e c’è da aspettarsi che anche questa edizione non deluderà le previsioni, con 1.450 espositori su più di 150.000 metri quadri di esposizione.
Il Salone del Mobile è quindi un punto fermo a livello internazionale nel settore casa-arredo, ed è un importante veicolo promozionale per l’industria del mobile.

I love backstage

Posted in Zona notte on aprile 3rd, 2015 by admin – Be the first to comment

"Backstage" B&B Italia
La risposta innovativa al tradizionale armadio guardaroba

Il nuovo progetto B&B Italia che rivolge l’attenzione alla zona notte porta la firma di Antonio Citterio. Backstage, la risposta più innovativa e internazionale al sistema di contenimento degli armadi guardaroba tradizionali. Il primo elemento distintivo che viene percepito è la sua immagine elegante e sofisticata: l’uso di materiali pregiati, gli esclusivi dettagli delle finiture, la ricca gamma di varianti, l’effetto boiserie delle superfici che ne permettono l’ambientazione in spazi diversi, non soltanto nella zona riservata alla notte.

Espediente rivoluzionario: l’apertura delle ante, ispirata al linguaggio architettonico contemporaneo come le porte a tutta altezza.
Grazie all’innovativo meccanismo sviluppato e brevettato da B&B Italia, le ante si aprono con un movimento simultaneo di rotazione e traslazione (rototraslante) che consente un ingombro ridotto e maggiore accessibilità ai vani interni.

Inoltre ,Backstage ,propone una fornitura esclusiva di accessori e attrezzature che sottolineano la sapienza artigianale coniugata con la qualità e la purezza dei materiali.

Rivoluzione in soggiorno

Posted in Senza categoria on aprile 2nd, 2015 by admin – Be the first to comment

Rimadesio design

La parola d’ordine per il nuovo progetto di Giuseppe Bavuso per Rimadesio è versatilità.

Il fulcro del progetto, interamente in alluminio, è rappresentato dall’unione fra ripiani estrusi e montanti in pressofusione, in versione centrale e terminale, grazie ai quali è possibile raggiungere altezze di oltre due metri.
La componibilità verticale di Wind avviene tramite giunti di collegamento in nylon fibra che si innestano nei montanti e garantiscono la massima stabilità.
La struttura ha un piedino regolabile in nichel satinato e può essere dotata di schienale in vetro temperato.
Elemento terminale di ogni composizione è il sofisticato top laccato e stratificato in mdf rivestito da una doppia lastra di alluminio.
Un sistema modulare che fonde insieme leggerezza estetica e innovazione tecnologica,assicurando la massima solidità strutturale con spessori minimal.

I consigli per la cucina/3

Posted in Cucina, I Consigli Ballarini Interni, Prodotti on dicembre 10th, 2012 by admin – Be the first to comment

La voglio!

LA CANTINETTA IN CUCINA


Se siete degli appassionati degustatori di vino questo accessorio non potrà mancare nella vostra cucina: la cantinetta. Le cantinette moderne sono pratiche, ma anche eleganti e di design. Ne esistono di diversi tipi, ma possono essere raggruppate in tre categorie in base alle temperature diverse che riescono a gestire. Esistono, infatti, a mono-temperatura che mantengono un’unica temperatura costante tra i 7 e i 10 gradi,  a due temperature diverse, e più avanzati multi-temperatura che consentono la conservazione contemporanea di diverse tipologie di vino. Tutte hanno la prerogativa di non consentire oscillazioni e sbalzi di calore. Inoltre, lo speciale sistema di ventilazione consente di mantenere l’umidità ottimale per la corretta conservazione.  Le porte in vetro temperato con trattamento anti – UV, doppie o triple a seconda dei modelli, sono adatte per proteggere le bottiglie dalla luce esterna, mentre la luce fredda interna serve a verificare il contenuto della cantinetta, evitando l’apertura delle porte che può generare un cambiamento climatico interno. Infine, l’interno in acciaio inox garantisce una perfetta igiene  e facilità di pulizia.

LA CASA E IL SUO FIUME

Posted in Arredamento completo, Case, Stile on dicembre 5th, 2012 by admin – Be the first to comment

L’atmosfera è di quelle calde e accoglienti, ma anche eleganti e spigliate. Sarà l’immaterialità dei bianchi e dei beige che dominano le stanze, saranno quei piccoli dettagli curati  che ne personalizzano gli ambienti, sarà la semplicità delle linee pulite che ne disegnano i contorni, ma questa casa fa venire voglia di una pausa di relax, di un caffè il mattino presto, di una cena tra amici. L’edificio, recentemente restaurato dallo studio BC+V Architetti, risale al 1800 e si adagia in riva  all’Adige nella borgata delle “Albere”, nel comune di Bussolengo.

«Probabilmente lo stabile, fino al secolo scorso,  era una sorta di deposito di materiale che arrivava dal fiume e il cortile il porto di approdo. – ci spiega l’architetto Nicola Cacciatori, autore del restauro – L’edificio aveva già subìto una ristrutturazione, verso la fine degli anni Ottanta, che aveva portato alla creazione di due unità residenziali. Quando li vidi per la prima volta, nel 2009, subito notai con rammarico che dagli appartamenti  non si poteva gustare appieno la vista dell’Adige, vista la scarsità di finestre e l’illuminazione naturale. Le poche e piccole finestrelle esistenti erano poste in posizioni dove anche l’arredo ne ostacolava la vista. » Insomma il fiume, elemento naturale così importante e caratteristico,  era stato escluso dalla quotidianità e dalla familiarità degli abitanti, ma come dimenticarlo e non farne invece un punto di forza? Come scordare la gioia e la paura della piena, l’uso delle paratie, la corrente che raffresca durante l’estate? Ai proprietari non sfugge la straordinarietà suggestiva di un luogo così singolare e decidono di ridare alla propria casa il fascino della simbiosi con la natura: più luce e piena vista sul fiume.  «Il tema del progetto era proprio questo: – prosegue Cacciatori –  l’uomo la natura il contesto, ed è quello che la mia architettura ed il lavoro del nostro studio sta cercando di portare avanti in tutti i progetti: un attenzione costante al luogo dove è inserita l’architettura, alla luce, ai materiali rispettosi dell’ambiente, riciclabili o riutilizzabili e naturali, senza l’uso di sostanze dannose alla salute. Quindi, il risultato finale doveva essere che la casa e i loro proprietari si riappropriassero del fiume, dei suoi colori e delle luci che lo circondano, e al tempo stesso che il fiume si riappropriasse della casa e dei suoi abitanti. »

Il progetto è quindi partito dalla demolizione della scala condominiale e la successiva costruzione di una scala  in ferro e legno posta sul lato cieco della casa, così  da creare un open space su tre piani con vista a tutto tondo sull’Adige.  La luce che illumina naturalmente gli spazi, le colorazioni a calce sui toni del beige e bianco, il legno di rovere sbiancato usato per la pavimentazione, crea un effetto di smaterializzazione dei supporti, neutralizzando qualsiasi barriera d’arredo o architettonica, dando all’insieme un carattere di soffice apertura, come se la stessa luce chiara del giorno ne abitasse le stanze. La quasi monocromia degli spazi e i pochi materiali usati (legno per il pavimento, intonaco e tinteggiatura a calce, travi del solaio, porte e opere in ferro laccate bianche) scandiscono i ritmi architettonici in modo fluido e naturale, così che lo spazio creato sui tre piani sia apparentemente lo stesso, seppur con funzioni diverse e ben definite.  Al piano terra, la zona giorno si affaccia sul giardino con un camino ed un grande tavolo per cenare con gli amici, al piano primo invece trovano collocazione la cucina e il divano con vista sul fiume, oltre ad un piccolo bagno con un rivestimento in mosaico di vetro iridescente.

Infine, al  secondo piano, ci sono le camere  da notte e  due bagni con rivestimento in resina e mosaico. «Abbiamo studiato accuratamente i punti luce – conclude l’architetto – cercando di creare ambientazioni particolari e molto accoglienti, utilizzando sia fonti di luce completamente nascoste sia corpi illuminanti a vista che creano un gioco di chiaro-scuro e anche il progetto d’arredo ha seguito questa idea. » Il risultato è un luogo che racconta la storia di un fiume e della sua casa, o meglio di una casa che ha scelto di vivere con il suo fiume.

Restauro di una abitazione sull’Adige in località Albere a Bussolengo a cura di Studio BC+V Architetti,  Via della filanda 15, 37026 Pescantina (VR) tel/fax:045/6703067 email: archass.bc@tiscalinet.itwww.bcpiuv-architetti.it

Foto Giancarlo Comparotto


Una serata di successo: ecco le foto!

Posted in Eventi on dicembre 1st, 2012 by admin – Be the first to comment

 

E’ stata una serata incredibilmente partecipata quella di giovedì 29 novembre nello showroom Ballarini Interni di Valgatara. Tra gli ospiti in sala numerosi architetti, ingegneri, imprenditori e clienti del negozio. In un clima rilassato e conviviale è stato sviluppato il tema: Progettare il tempo libero, dialogo sulla qualità del relax dall’idea creativa all’utilizzo finale, per dialogare sulla progettualità dedicata al benessere, per condividere idee e pratiche, senza dimenticare gli attributi fondamentale di un tempo libero di qualità: buon cibo e ottimo vino.

L’evento è stato realizzato in sinergia con il Centro Servizi Marmo, referente del Distretto del marmo e delle pietre del Veneto. Ospite della serata l’architetto Giancarlo Marzorati che tra i suoi progetti conta l’Aquardens di Pescantina, secondo parco termale d’Europa per dimensioni, oltre a numerosi complessi per uffici che oggi sono sedi di importanti società quali Oracle, Alitalia e  Inail a Sesto San Giovanni e il quartier generale  di Campari con le famose torri, sempre nel sestese, realizzate con l’architetto Mario Botta. Con lui ha dialogato l’architetto Claudio Tezza, che ha collaborato nella realizzazione di Aquardens.

La serata si è svolta grazie anche alla collaborazione con l’Associazione Giovani Architetti di Verona (Agav) e l’Ordine degli Architetti di Verona, e con il contributo di Sampei Tours che nell’occasione ha  presentato la bellissima Isola di Mauritius, luogo paradisiaco che ben si sposa con l’idea di relax a tutto tondo, oltre ad aver regalato, su estrazione, un week end benessere, prodotti cosmetici Clarins e un libro fotografico di Mauritius.

Alla conferenza ha fatto seguito un piacevole momento musicale organizzato da Il Pianoforte, accompagnato da una degustazione di vino a cura delle Strade del Vino della Valpolicella e di prodotti tipici del territorio.  Un ringraziamento speciale va, quindi, alle Cantine che hanno aderito all’iniziativa: Masi,  Nicolis, Speri, Tedeschi, Santa Sofia, Cantina  Valpolicella di Negrar,  San Rustico e Rubinelli  Vajol.

 

 

PROGETTARE IL TEMPO LIBERO_evento 29/11

Posted in Eventi on novembre 17th, 2012 by admin – Be the first to comment

 

SCARICA L’INVITO DA QUESTO LINK: Invito Ballarini

SCARICA IL COMUNICATO STAMPA: CS_Ballarini Interni_Centro Servizi Marmo

 

Ballarini Interni e il Centro Servizi Marmo presentano

PROGETTARE IL TEMPO LIBERO

Dialogo sulla qualità del relax:

dall’idea creativa all’utilizzo finale

giovedì 29 novembre 2012 ore 19

Ospite della serata Arch. Giancarlo Marzorati

Una serata per dialogare sulla progettualità dedicata al benessere, per condividere idee e pratiche, per scambiarsi saperi senza dimenticare il sapore, quello genuino dei valori territoriali e quello del buon cibo e del vino, elementi imprescindibili del nostro vivere il tempo libero di qualità.

Ballarini Interni, nel suo showroom di Valgatara, ospita Progettare il tempo libero, dialogo sulla qualità del relax dall’idea creativa all’utilizzo finale, con l’intervento dell’architetto Giancarlo Marzorati che tra i suoi progetti conta l’Aquardens di Pescantina, secondo parco termale d’Europa per dimensioni, oltre a numerosi complessi per uffici che oggi sono sedi di importanti società quali Oracle, Alitalia e  Inail a Sesto San Giovanni e le torri Campari, sempre nel sestese, realizzate con l’architetto Mario Botta.

L’evento, fortemente voluto da Ballarini Interni, si propone per il secondo anno di fare sinergia con le realtà del territorio, valorizzandone le peculiarità e le materie prime e creando sinergie importanti, quindi, dopo l’appuntamento dello scorso anno con le Famiglie dell’Amarone e l’architetto Tobia Scarpa, ecco per quest’edizione l’incontro e la collaborazione con il Centro Servizi Marmo, referente del Distretto del marmo e delle pietre del Veneto, nato per fare del Distretto veronese il punto di riferimento nazionale e internazionale per i produttori e gli operatori dell’intero settore lapideo.

La serata si svolge grazie anche alla collaborazione con Associazione Giovani Architetti di Verona (Agav) e l’Ordine degli Architetti di Verona, e con il contributo di Sampei Tours che nell’occasione avrà il piacere di presentare agli ospiti una destinazione da sogno: L’Isola di Mauritius. Alla conferenza, farà seguito un piacevole momento musicale accompagnato da una degustazione di vino a cura delle Strade del Vino della Valpolicella  e di prodotti tipici del territorio.

L’evento è a fino ad esaurimento posti, è gradita la conferma via mail a
info@ballarini-interni.com o tel. 045 6800525

Ballarini Interni, Viale del Lavoro 18 – Valgatara di Valpolicella (Vr)

UN RINGRAZIAMENTO SPECIALE VA ALLE CANTINE ADERENTI:

Cantina Masi
Cantina Nicolis
Cantina Speri
Cantina Tedeschi
Cantina Santa Sofia
Cantina  Valpolicella Negrar
Cantina San Rustico
Cantina Rubinelli  Vajol